Tragedia in Libia, affonda gommone carico di migranti

23 apr 2021

Ancora una tragedia del mare, ancora un naufragio davanti le coste della Libia. I numeri potrebbero essere impressionanti. A bordo di un gommone, secondo quanto ha riferito SOS Méditerranée, che aveva ricevuto una richiesta di soccorso, c'erano almeno 130 persone. Di questo natante però, si erano perse le tracce a Nord Est di Tripoli. Le motovedette libiche giunte sul posto, hanno avvistato 13 corpi che, per le condizioni del mare troppo agitato, non sono stati recuperati, degli altri al momento, non c'è traccia. La nave umanitaria Ocean Viking e altri tre mercantili, che si trovavano in zona, senza però poter usufruire di un coordinamento centrale da parte della Capitaneria di Porto, hanno setacciato per ore, quel tratto di mare, senza però trovare traccia del gommone e di eventuali dispersi. Impossibile ricontattare il telefono, attraverso il quale, avevano lanciato la loro richiesta di soccorso. Tra le 130 persone a bordo, secondo il racconto di chi ha chiesto aiuto, c'erano anche alcuni bambini e sette donne, due delle quali in gravidanza. Solo diverse ore dopo l'allarme, un aereo dell'Agenzia Europea Frontex, ha individuato il relitto di un gommone, ma attorno, non c'era più nessuno. Ad Alarm Phone, era giunta nelle stesse ore, un'altra chiamata di soccorso, un barchino di legno, con almeno 40 persone a bordo, era in difficoltà nello stesso tratto di mare del gommone, dove le onde erano alte due metri in quel momento. Anche di questo piccolo natante, delle persone a bordo, non c'è traccia, anche loro potrebbero essere state inghiottite dal mare.

pubblicità
pubblicità