Trump al G20: lavorare per rilanciare crescita

22 nov 2020

Un'epidemia con 12 milioni di infetti che corre al ritmo di 200000 contagi e quasi 2000 morti al giorno, una presunta cospirazione internazionale per destabilizzare la più grande democrazia al mondo, una crisi costituzionale senza precedenti dietro l'angolo, lo spettro dello shutdown, cioè il congelamento delle spese pubbliche, perché il Congresso diviso sul loro rifinanziamento, 12 milioni di senza lavoro che dopo Natale potrebbero perdere gli aiuti statali con i quali finora sono andati avanti e il Presidente degli Stati Uniti che va a giocare a golf. In mattinata, Donald Trump, compare virtualmente al G20, dice i capi di Governo che vuole lavorare con loro ancora a lungo. Ricorda il successo dell'operazione della sua amministrazione che ha portato al vaccino. Poi, quando gli altri cominciano a discutere delle iniziative di contrasto alla pandemia se ne va, come ogni fine settimana, soprattutto dal tonfo elettorale del 3 novembre Trump passa la sua giornata sul grinde di Sterling, in Virginia. Sintesi dell'America oggi, il tempo scorre lento verso l'insediamento del 20 gennaio, le molteplici cause legali intentate dal Presidente per dimostrare che le elezioni sono state truccate sono state finora un buco nell'acqua. Joe Biden ha superato i 6 milioni di voti popolari di vantaggio e nei prossimi giorni anche gli ultimi stati certificheranno la sua vittoria. L'amministrazione in carica intende però prendersi tutto lo spazio legale possibile prima di riconoscerlo, non collaborando con lo staff del Presidente eletto, rallentando, è l'accusa dei democratici, la lotta al covid e le misure per far ripartire l'economia. Tutto legittimo formalmente, ma finora mai visto in un Paese dove si ha sempre badato più alla sostanza che alla burocrazia.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.