Trump e Zelensky, la cronostoria dell'Ucrainagate

25 set 2019

Gennaio 2016. Joe Biden si trova in Ucraina insieme al figlio Hunter. In quell'occasione secondo Trump l'allora Vicepresidente americano chiede al Presidente ucraino, Petro Poroshenko, la testa del procuratore Viktor Shokin che indaga su Burisma, compagnia del gas nel cui board siede Hunter Biden. Nel Marzo dello stesso anno Shokin viene rimosso e l'inchiesta viene archiviata. Il 12 Maggio 2016 viene nominato procuratore generale Yuriy Lutsenko, già condannato per appropriazione indebita nel 2010 e poi graziato dall'allora Presidente filorusso Viktor Janukovyč. Il 20 Maggio 2019 Volodymyr Zelensky, che ha fatto della lotta alla corruzione il suo cavallo di battaglia, diventa il nuovo Presidente dell'Ucraina. Pochi giorni dopo l'ex Sindaco di New York, Rudolph Giuliani, chiede un appuntamento per convincerlo a confermare Lutsenko. Quest'ultimo aveva fatto sapere a Giuliani di aver raccolto indizi sufficienti per riaprire le indagini su Burisma. Il 25 Luglio è il giorno della telefonata tra il Presidente Donald Trump e il collega ucraino. Stando alle ricostruzioni di diversi autorevoli quotidiani statunitensi, Trump avrebbe esercitato pressioni per riaprire l'inchiesta per corruzione. In cambio l'inquilino della Casa Bianca avrebbe promesso lo sblocco di aiuti militari per 391 milioni di dollari. Il 29 Agosto Zelensky che si era rifiutato di incontrare Giuliani sostituisce il procuratore Lutsenko con un suo fidato collaboratore. Il 12 Settembre Washington dà il via libera agli aiuti militari promessi a Kiev e il 24 Settembre la speaker della Camera americana, Nancy Pelosi, democratica, annuncia la formazione di una Commissione d'Inchiesta per avviare l'impeachment. Per Pelosi il Presidente ha tradito il suo giuramento, tradito la sicurezza nazionale, tradito l'integrità del processo elettorale. Lo stesso giorno Trump annuncia, tramite un tweet, di rendere disponibile entro le 24 ore successive la trascrizione della telefonata.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.