Un documentario su Kobayashi, campione di hot dog

04 lug 2019

Tanto per farsi un'idea, uno dei record che ha battuto nella sua carriera è 62 fette di pizza mangiate in 12 minuti, anche se il suo piatto forte sono gli hot dog . “Three, two, one”. In realtà la linea di Takeru Kobayashi tradisce la specialità che lo ha reso un mito negli Stati Uniti, dove le gare a chi mangia di più sono una tradizione. Trattasi di mangiatore competitivo, soprannominato il padrino di questa disciplina, che comprende anche le ali di pollo. In mezzora Kobayashi è stato capace di mangiarne 337. Il campione classe 1979 si è detto onorato di “The good, the bad and the hungry”, il documentario che racconta il suo palmarès, ma si è detto altrettanto imbarazzato di rivedersi mentre ingurgita, con impareggiabile rapidità e destrezza, quantità di cibo smisurate. Anche gli spaghetti fanno la loro parte nell'attività agonistica del recordman, che racconta la tecnica che ha fatto di lui un mito. Lo stomaco si espande. Kobayashi, come egli stesso confessa, dopo le sue performance sente che gli organi si spostano, la respirazione procede a fatica e si sente esausto. Di record, mondiali si intende, ne ha battuti 15. Dicevamo della sua specialità, gli hot dog: nel 2012 fu capace di mangiarne 58 e mezzo.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.