Usa 2020, Trump e Biden negli Stati in bilico

28 ott 2020

Il conto alla rovescia ormai è ufficialmente iniziato. Tra una settimana, l'America si sveglierà conoscendo i risultati delle elezioni presidenziali o forse no? Mentre si avvicina il voto, cresce il timore per un esito incerto, con possibili contestazioni, dato che i sondaggi vedono Donald Trump e Joe Biden avvicinarsi in alcuni Stati chiave, anche se il vantaggio del democratico appare ancora solido, con 10 punti di distacco su base nazionale. A rincuorare i democratici anche l'affluenza, che si annuncia altissima, almeno stando ai numeri del voto anticipato che ha portato alle urne già oltre 60 milioni di americani. Un record imposto anche della pandemia che continua spaventare, con quella che si annuncia con una terza ondata ormai alle porte. Anche i repubblicani, non a caso, stanno votando prima per evitare code e affollamenti il 3 novembre e, come continua suggerirgli Donald Trump, lo stanno facendo di persona più che via posta. Ma quest'enorme mobilitazione sembra comunque favorire i democratici che stanno riuscendo ad attirare alle urne molti di quegli elettori che non hanno votato 4 anni fa. Non a caso, il Presidente Trump è instancabile, pur essendo guarito da poco dal Covid 19 non si risparmia, solo ieri ha fatto 3 comizi, in Michigan, in Wisconsin e in Nebraska, tutti Stati chiave, come la Pennsylvania, dove invece ieri ha debuttato, nel sup primo evento di campagna elettorale, a sostegno del marito, Melania Trump. A dare manforte a Joe Biden, in questi giorni, è anzitutto Barack Obama, anche lui impegnato in una serie di eventi negli Stati in bilico. Ieri, dalla Florida, l'ex Presidente ha attaccato duramente Trump, sottolineando che i successi economici dell'Amministrazione, prima del coronavirus, erano un'eredità del lavoro fatto da lui e Joe Biden che Trump ha poi gettato al vento, come dimostrano la recessione e la disoccupazione record raggiunte in questi mesi di pandemia. Biden, invece, ha deciso di andare in Georgia, ieri, uno Stato in cui 4 anni fa non c'era partita per i democratici, ma dove adesso, grazie alla spinta del voto degli afroamericani, i sondaggi fotografano quasi un testa a testa.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.