Usa 2020, Trump ha partecipato alla marcia anti aborto

25 gen 2020

Mentre al Senato va avanti il processo con il suo impeachment e nuovi dettagli vengono fuori, come la presunta registrazione di quando chiese ai suoi di licenziare l'allora ambasciatrice in Ucraina Marie Yovanovitch Donald Trump prova a distogliere l'attenzione guardando già alle elezioni di novembre, con la sua partecipazione a sorpresa, primo Presidente della storia, alla Marcia per la vita che come ogni anno si tiene a gennaio a Washington, in occasione dell'anniversario della Roe vs Wade, la sentenza della Corte Suprema che nel 1973 ha legalizzato l'aborto sul territorio nazionale. Insieme dobbiamo proteggere e difendere la dignità e l'inviolabilità della vita umana. Un tempo a favore dell'aborto, da quando è entrato nell'arena politica quattro anni fa Trump ha fatto una svolta radicale sulla questione. Una presa di posizione corroborata dai fatti, con il taglio dei fondi federali durante la sua amministrazione alle organizzazioni che forniscono servizi per l'interruzione di gravidanza e soprattutto con la nomina di due giudici della Corte Suprema che nelle speranze di chi è venuto a marciare ieri a Washington potranno ribaltare la sentenza del '73. L'aborto resta di certo un tema divisivo nel Paese ma il Presidente sa bene che per vincere a novembre ha bisogno del voto compatto degli evangelici che hanno un peso importante nel partito repubblicano, e spera anche di poter attirare un numero sempre più grande di cattolici. L'America sta diventando sempre più a favore della vita. Stiamo iniziando a dare valore alla vita umana e voteremo un Presidente che è a favore della vita. Posso chiederti se sei d'accordo anche con la pena di morte? Beh questa è difficile, posso appellarmi al Quinto Emendamento e non rispondere?.

pubblicità