Usa, Biden: "Vaccino per 300 milioni di americani"

27 gen 2021

La buona notizia è che vittime infezioni sono in calo nelle ultime due settimane. Quella cattiva è che ormai un quarto dei 100 milioni di casi registrati in tutto il mondo è negli Stati Uniti, dove i morti sono già oltre 420 mila e arriveranno forse a 600. La notizia pessima invece è che neppure qui i vaccini bastano. A New York sono state già vaccinate 650 mila persone. Ma il sindaco De Blasio lancia l'allarme: restano scorte per meno di 8000 dosi, mentre ne servirebbero centinaia di migliaia. Inutile per ora aprire lo stadio degli Yankees che dovrebbe funzionare da mega centro per la somministrazione 24 ore su 24. Il neo presidente Biden, pressato anche dagli stati che lamentano carenza nelle forniture, ha promesso entro l'estate altri 200 milioni di dosi, un incremento del 50% che porterebbe il totale a 600 milioni, abbastanza per coprire tutti a ritmo auspicato di un milione e mezzo di iniezioni al giorno. Mentre il centro di controllo delle malattie infettive spiega che, con le dovute precauzioni, gli studenti possono tornare in classe. Entrano in vigore test e quarantena per chi, anche con passaporto americano, arriva da Europa, Regno Unito e altri Paesi a rischio.

pubblicità