Usa, gli incendi devastano la West Coast

Cenere e macerie, auto e intere case carbonizzate. È tutto quello che resta dopo le fiamme devastanti che da settimane bruciano la costa occidentale degli Stati Uniti, e che continuano ad avvolgere i boschi e le città della California, dell'Oregon e dello Stato di Washington. Proprio in Oregon, dove in tre giorni sono andati in fumo oltre 350mila ettari di terreno e in cinque città sono state evacuate 500 mila persone. Migliaia i dispersi e gli sfollati, i morti nei tre Stati, sono almeno 16, ma il bilancio è tutt'altro che definitivo. Tra le vittime c'è anche un bambino di un anno, ha perso la vita mentre cercava riparo dalle fiamme con la famiglia. Per contenere i roghi alimentati dal caldo e dal vento secco sono stati schierati oltre 17 mila vigili del fuoco. Una densa coltre di fumo ha oscurato anche San Francisco, non lasciando passare i raggi del sole. Il cielo sopra la baia è diventato rosso arancione, proprio come le fiamme. Uno scenario apocalittico, alle spalle del Golden Gate, tanto che a molti sui social ha ricordato Blade runner 2049.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast