Vaccino, a Los Angeles obbligatorio per entrare nei negozi

08 ott 2021

No vaccino, no shopping. L'ultima frontiera della complicata selva di leggi americane per fermare il Covid arriva da Los Angeles, il Consiglio comunale della metropoli californiana, terra di star del cinema e disperati, lusso sfrenato e rilassata vita da spiaggia, ha appena deciso che dal 4 novembre entrerà in vigore la più restrittiva norma finora adottata negli Stati Uniti. L'ordinanza richiederà la vaccinazione per chiunque abbia da 12 anni in su, che voglia entrare in un bar, un cinema, un museo o un negozio. Rodeo Drive a Beverly Hills è uno dei templi mondiali dello shopping, chissà cosa ne pensano qui. "Non sono d'accordo" dice Kate che però è vaccinata, "In questo Paese siamo per la libertà e vaccinarsi è una scelta medica ma anche personale". "Non lo sapevo" fa Nadia "Ma è grandioso, fare il vaccino è un dovere civico e non esiste un diritto a fare ammalare gli altri." Questi due ragazzi russi vivono qui: "Sono solo un po' preoccupata per i vaccini ai bambini" racconta lei, "Vorrei che controllassero molto bene." Fuori dai negozi I commessi ancora non sanno bene se o come dovranno chiedere ai clienti il certificato vaccinale ma sono pronti a farlo per tutelare la ripresa del commercio e i loro posti di lavoro. Dei 10 milioni di residenti della contea di Los Angeles, che ha regole meno stringenti perché consente l'ingresso anche ai non vaccinati purché indossino la mascherina, il 69% è già completamente immunizzato, in città invece il tasso di vaccinazione è inferiore di 10 punti.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast