Virus Cina, allerta negli aeroporti statunitensi

18 gen 2020

Negli aeroporti di New York, San Francisco e Los Angeles scattano i controlli sui passeggeri provenienti da Wuhan, Cina centrale, per verificare l'eventuale rischio di infezione dovuto al virus respiratorio che ha già fatto due vittime, colpito almeno 45 persone. Per gli scienziati londinesi i contagiati sarebbero invece 1700. Ho letto delle notizie a riguardo e ho sentito di questa epidemia è un problema che può avere effetti su altre persone, e quindi è bene essere cauti e fare in modo che il contagio non si diffonda, dice questa passeggera di nazionalità cinese appena sbarcata all'aeroporto di San Francisco. Si prevede che lo screening riguarderà nell'arco di un paio di settimane almeno 500 passeggeri che dovranno compilare un questionario e sottoporsi al controllo della temperatura corporea per individuare i sintomi dell'infezione. Mi fa piacere che vengano prese delle precauzioni, ma allo stesso tempo sono cose normali nella vita, mia madre poi è un medico e dice che non c'è da preoccuparsi, afferma questa ragazza intervistata all'aeroporto di Los Angeles. - Sono un po' nervosa. È la prima volta che vado in Cina, chi lo sa, potrei prendermi il virus, ma starò attenta, dice invece questa passeggera in partenza da San Francisco. Secondo il Centro Europeo per il Controllo delle Malattie, il rischio che il virus misterioso arrivi in Europa è basso, al momento, scrivono gli esperti sul sito, non ci sono prove della trasmissione del virus da uomo a uomo.

pubblicità