Virus, Oms: più pericoloso del terrorismo

11 feb 2020

Un virus può creare più sconvolgimenti politici, economici e sociali di qualsiasi attacco terroristico. Il mondo si deve svegliare e considerarlo il nemico numero uno. Con queste semplici ma incisive parole, il direttore generale dell'Organizzazione Mondiale della Sanità ha messo in chiaro che i possibili effetti del coronavirus vanno ben aldilà del problema prettamente medico e avranno ricadute a livello mondiale. Dopo aver aggiornato la stampa sulla quotidiana conta dei dicessi e dei contagi, Ghebreyesus ha reso noto che un vaccino potrebbe essere pronto tra un anno e mezzo. “Ci vorrà del tempo per lo sviluppo, ma nel frattempo non siamo difesi. Ci sono molti interventi disponibili già da ora per prevenire le infezioni”. Il direttore ha anche osservato che esiste ancora un'opportunità per battere questo virus, che c'è ancora una finestra di tempo per farlo. E ha spiegato così la scelta del nome Covid-19 per identificarlo: “Dovevamo trovare un nome che non si riferisse a un posto geografico o a un animale o a un individuo o a un gruppo di persone, che fosse pronunciabile e legato alla malattia”. E' intanto guarito nel Regno Unito quello che è stato identificato come un “superspreader”, “superuntore”, un 53enne britannico che risulta aver passato la malattia ad almeno 11 persone prima di essere risultato positivo. L'uomo resta tuttora ricoverato e sta trascorrendo la convalescenza in isolamento precauzionale. Sempre in Inghilterra è possibile che due prigionieri del carcere di Bullingdon, nell'Oxfordshire, siano stati contagiati. All'interno della prigione si trovano oltre un migliaio di detenuti. In California un uomo proveniente da Wuhan, epicentro in Cina del contagio, è stato invece fatto uscire per errore da un ospedale di San Diego dopo un test risultato inizialmente negativo. Sulle ripercussioni economiche del virus ha infine esternato le sue preoccupazioni anche Jerome Powell. Il presidente della FED, parlando al Congresso, ha detto che l'America si aspetta che la Cina prenda delle misure per sostenere la sua economia.

pubblicità