Vulcano eruzione, cinque le vittime in Nuova Zelanda

10 dic 2019

Secondo la polizia, le persone che potevano essere recuperate ancora in vita sono già state tratte in salvo. Le dichiarazioni delle Forze dell'Ordine non lasciano filtrare speranze e il bilancio delle vittime provocate dalla furia del vulcano è destinato a salire. Ieri una gita adrenalinica si è trasformata in tragedia. Le immagini, girate da un turista, mostrano la violenza dell'eruzione. L'isola, improvvisamente, è stata avvolta da un'enorme colonna di fumo e cenere arrivata fino all'altezza di 3,6 km. I turisti si trovavano sul bordo del cratere, quando il vulcano attivo ha eruttato. Il primo ministro neozelandese, Arden, ha elogiato il lavoro dei soccorritori. Non ha potuto però limitare la polemica esplosa come il vulcano. I giornali locali si chiedono perché ci fossero turisti a White Island. Lo scorso 18 novembre l'Agenzia Geologica Nazionale aveva allertato le Autorità, segnalando l'inizio di una possibile e nuova fase eruttiva. Un appello inascoltato, un business che non si è mai fermato. I tour operator, ogni anno, portano sull'isola una media di 10.000 turisti.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.