Zaki, forse nel weekend udienza per la scarcerazione

04 dic 2020

L'annuncio è arrivato direttamente dalla EIPR, l'ONG iniziativa egiziana per i diritti personali su Twitter, urgente, l'ex deputata Anwar Sadat, ci ha informato che i nostri colleghi Basheer, Karim e Gasser saranno rilasciati stasera, si legge, poco dopo la stessa organizzazione fa sapere che i 3 sono stati rilasciati dalla prigione di Tora e sono sulla via di casa. Erano stati arrestati a metà novembre, con accuse di terrorismo analoghe a quelle a carico di Patrick Zaki, anche lui attivista dei diritti umani nella stessa associazione, in carcere però da 10 mesi è rimasto tuttora in cella. Poche ore prima della liberazione su YouTube l'attrice Scarlett Johansson aveva lanciato un appello video a favore loro e di Zaki, colpevoli solo di difendere la dignità degli egiziani. Il procuratore generale del Cairo ha dunque deciso di scarcerare i 3 dirigenti dell'ONG ma non lo studente egiziano che resta dietro le sbarre anche se si parla in queste ore di un possibile anticipo dell'udienza sul suo caso a questo weekend, solo due settimane fa la sua detenzione preventiva era stata confermata e prolungata di 45 giorni dalla Corte d'assise del Cairo. Patrick è stato fermato il 7 febbraio all'aeroporto per propaganda sovversiva. Due giorni fa ha potuto finalmente incontrare il suo legale, che ha riferito delle condizioni disumane in cui il ragazzo è tenuto, costretto a dormire per terra. Da qui un nuovo appello di Amnesty International che da vicino segue la vicenda come tante altre simili. Chiediamo al Governo italiano che si dia seriamente da fare, ha detto il portavoce Riccardo Noury, desideriamo che il 7 gennaio, giorno del Capodanno copto, Patrick sia libero per festeggiare con la sua famiglia.

pubblicità