Boldrini: no ai social media basati su odio e ferocia

Io do molta attenzione ai social media, sono molto attenta a questo tipo di comunicazione che mai e poi mai deve essere basata sulla sull'odio e sulla ferocia, ma un modo per raggiungere invece persone che altrimenti sarebbero fuori del dibattito pubblico, senza cadere mai nello scimmiottamento, diciamo, delle peggiori pratiche a cui ci hanno abituato, specialmente, appunto, quelli che hanno costruito una sistema di comunicazione che viene chiamato la bestia. Già il nome di quel sistema, mi riferisco alla Lega, fa capire l'intento della macchina comunicativa di Salvini, che si basa appunto sull'esposizione delle figure più fragili. Io ricordo delle ragazzine che lo avevano contestato che vennero esposte ai peggiori istinti della rete sulla sua pagina mentre lui era ministro e lui avrebbe dovuto garantire la sicurezza e la libertà d'espressione anche di quelle ragazzine, quindi una macchina che si basa sul dileggio, sullo sfregio, sulla derisione di chiunque non la pensi come l'ex ministro, ecco, è tutto quello che bisogna veramente mettere via.


  • TAG