Crisi di governo, i numeri in Parlamento

Questi sono i numeri di Camera e di Senato attualmente e abbiamo fatto delle torte su come potrebbero poi distribuirsi. Vediamo alla Camera: la maggioranza relativa l'hanno i 5 Stelle con 216 deputati, seguiti dal Pd con 111 e in una possibile coalizione da Leu con 14. Forza Italia ha 100 deputati, la Lega 125, FdI 33. Quali sarebbero le ripartizioni di queste due possibili alleanze alla Camera? 5 Stelle, Pd e Leu avrebbero in questa ipotesi 341 deputati su 630 e la maggioranza è a 316. Dunque, se non ci dovessero essere spaccature all'interno dei gruppi parlamentari, sarebbero ben più forti dei 262 deputati di cui potrebbero avvalersi nel complesso Lega, Fratelli d'Italia e Forza Italia, che stanno trattando per un'alleanza. Dunque, la Camera sarebbe blindata da questo punto di vista. La stessa cosa, però, può dirsi al Senato. In questo caso le due situazioni sono piuttosto simili, anche se il margine è minore. I senatori sono 321 perché 315 sono eletti più i 6 senatori a vita. La maggioranza è a 161. I 5 Stelle hanno 107 senatori, il Pd 51 e già così siamo a 158, più ci sono alcuni senatori che aderirebbero a questa possibile maggioranza nel Gruppo Misto e dalle Autonomie. Lega, Forza Italia e Fratelli d'Italia sono 58, più 62, più 18, che fa 138. Non si raggiunge la maggioranza, che è a 161, come detto, su 321 senatori, dunque difficili i numeri, in particolare al Senato, per Lega, Fratelli d'Italia e Forza Italia. 5 Stelle, Pd più altri perché non sarebbe solo Leu in questo caso, ma ci sarebbe il Gruppo Misto che fornirebbe dei voti e anche il gruppo delle Autonomie. 174 senatori, dunque più 13 su un'eventuale maggioranza, su 321 senatori. Questi i freddi numeri, poi è di tutta evidenza che le sfumature politiche prescindono dai numeri. Non è detto che tutti i deputati o tutti i senatori di un certo gruppo decidano di dare la fiducia o la sfiducia ad un eventuale Governo, che sia istituzionale o che sia politico, come sembrerebbe un'ipotesi delle ultime ore. Ma queste sono le torte, questi sono i numeri di questo Parlamento.


  • TAG