Muore Bonaiuti, lo storico portavoce di Berlusconi

Storico portavoce di Silvio Berlusconi, giornalista che ha seguito quasi fin dall'inizio il percorso politico del leader di Forza Italia, rimanendogli accanto per anni, e ricoprendo anche, più volte, il ruolo di Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio. È scomparso Paolo Bonaiuti. Con Berlusconi ha condiviso alti e bassi. Periodi al Governo e all'opposizione, il momento della decadenza da Senatore del leader, la nascita del Pdl, la Rifondazione di Forza Italia, fino al 2014 quando arriva la scelta di lasciare, di cambiare pagina, per quelle che definisce: divergenze politiche e incomprensioni personali all'interno della forza politica in cui aveva lavorato e che era stata la sua casa per 18 anni. Una decisione sofferta e poi il passaggio con Angelino Alfano, il Nuovo Centrodestra frutto della scissione da Forza Italia. Sarà però un'esperienza breve, perché presto Buonaiuti deciderà di ritirarsi a vita privata. Nato nel 1940, fiorentino doc, amava profondamente la sua città, anche se la passione politica l'aveva portato a Roma, dove si è spento in clinica, in seguito a una lunga malattia. Addolorato il commento di Berlusconi: “È stato un collaboratore particolarmente prezioso e soprattutto un grande amico. Mi è mancato molto in questi ultimi anni e mi mancherà, a maggior ragione, ora che è scomparso”. E si moltiplicano i messaggi di cordoglio da tutto il mondo politico, anche da parte degli avversari di un tempo. In tanti nel ricordarlo commentano: “Era un gentiluomo”.


  • TAG