Rifiuti roma, ok dell'Emilia Romagna a smaltirne una parte

L’aiuto della Regione Emilia-Romagna è arrivato. Per un periodo limitato di quaranta giorni, una parte dei rifiuti di Roma finirà nei termovalorizzatori di Parma, Modena e Granarolo. Ad annunciarlo è stato il Presidente della Regione Stefano Bonaccini: “Lo facciamo – ha spiegato – per solidarietà istituzionale e senso di responsabilità di fronte a difficoltà che non possono continuare a ricadere sui cittadini”. Soddisfatto il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti. Mentre, il Ministro dell’ambiente, Gian Luca Galletti, ringraziando Bonaccini, ha commentato: “La soluzione trovata è utile a scongiurare l’ennesima situazione di crisi per Roma”. Il responso tanto atteso è, dunque, arrivato, proprio in uno dei periodi più caldi sul fronte rifiuti per Roma, che è quello natalizio, anche se AMA, la municipalizzata dei rifiuti, aveva fatto sapere di aver predisposto un piano di attività per l’ultimo giorno dell’anno e per il primo, con l’obiettivo di un capodanno in sicurezza. Nelle ultime ore, però, non erano mancati malumori e polemiche fra il Campidoglio e il Governatore dell’Emilia-Romagna, dopo che proprio quest’ultimo aveva invitato la sindaca di Roma, Virginia Raggi, ad avere atteggiamenti meno arroganti. Sulla questione era intervenuto anche l’ex pentastellato Federico Pizzarotti, sindaco di Parma, che non ha risparmiato qualche frecciatina alla Raggi, sostenendo che da lei si sarebbe aspettato almeno una telefonata. La sindaca aveva, invece, invitato tutti alla responsabilità istituzionale. “In questo momento – aveva detto – serve calma e non bisogna alzare i toni, perché le polemiche alimentano strumentalizzazioni che non fanno bene a nessuno”. “Una soluzione, anche se temporanea, è dunque stata trovata, ma servono passi successivi”, ha detto il Ministro Galletti, che ha parlato di indipendenza e autogestione per Roma, perché altrimenti si continuerà a portare i rifiuti fuori regione “che è la cosa peggiore che si possa fare dal punto di vista ambientale ed economico”, ha concluso il ministro.


  • TAG
Autoplay