Berlusconi e Salvini: nessun veto a Draghi

10 feb 2021

Un incontro cordiale per suggellare lo stesso orientamento politico: Silvio Berlusconi e Matteo Salvini si sono incontrati a Roma nella nuova Villa del Cavaliere, Villagrande sull'Appia Antica. Era quasi un anno che i due non si vedevano di persona. Sul tavolo le questioni discusse anche con Draghi: salute, lavoro e scuola "e cantieri aperti" ha aggiunto Salvini, che proprio nelle ultime ore aveva spiegato che d'ora in poi le ruspe serviranno per costruire. - Oggi finalmente il Parlamento europeo ha approvato il Recovery Fund che stanzia più di 200 miliardi di euro per l'Italia e finalmente possiamo dire l'Europa della solidarietà ha prevalso sull'Europa dell'austerità. - Al termine dell'incontro l'ufficio stampa della Lega ha diffuso un comunicato a nome del centrodestra che ha fatto infuriare Giorgia Meloni, "ma se il centrodestra non ha una posizione univoca" dice la leader di Fratelli d'Italia, "perché parlare a nome della coalizione come fatto Salvini? O mette Fratelli d'Italia fuori dal centrodestra, o è un errore di comunicazione". "Salvini ha parlato come leader del centrodestra", replicano dalla Lega ed è oggettivo che lo sia. Non è una posizione messa in dubbio perché Fratelli d'Italia non entrerà nel Governo Draghi". Insomma, una piccola tensione stemperata dal fatto che la Meloni ha confermato che nei prossimi giorni la coalizione, al gran completo questa volta, si vedrà per indicare i candidati alle prossime elezioni comunali. Intanto sul fronte della formazione del nuovo Governo Berlusconi e Salvini ribadiscono che hanno dato carta Bianca a Draghi, anche sui nomi. - Non mettiamo veti nei confronti di nessuno, non diciamo dei no pregiudiziali nei confronti di nessuno. Responsabilità, velocità ed efficienza.

pubblicità
pubblicità