Berlusconi: non esiste il centrodestra senza di noi

22 nov 2020

Dopo il confronto chiarificatore tutto interno all'opposizione tra Forza Italia e Lega, Silvio Berlusconi mette i puntini sulle i e precisa ruoli obiettivi del partito azzurro all'interno della coalizione. "Il centrodestra senza di noi non potrebbe esistere", ribadisce il Cavaliere rivendica la scelta a seguito dell'appello del capo dello Stato di collaborare con una maggioranza lontana nei valori e nei programmi per far uscire il Paese dall'emergenza economica e sanitaria. Un messaggio chiaro, diretto principalmente agli alleati che arriva dopo la proposta di Matteo Salvini di una Federazione di centrodestra con gruppi parlamentari aperti unita nell'obiettivo di battaglie comuni. E se Giorgia Meloni, mostra cautela di fronte all'invito dell'alleato, Renato Brunetta, non usa mezzi termini. Quello che il leader della Lega sta facendo è ostile a Forza Italia. Forza Italia rinnova, chiarisce la propria disponibilità, non ad entrare in un Governo e non ad avere degli strapuntini, non ci interessa, ma la disponibilità a dialogare con chi sta prendendo le decisioni per garantire liquidità sui conti corrente di chi sta soffrendo, pagamento dei debiti della pubblica amministrazione immediati, un semestre bianco dal punto di vista fiscale. Dopo il confronto tra Salvini e Berlusconi, l'obiettivo è trovare una linea comune e condivisa con Fratelli d'Italia sia sul voto, sullo scostamento di bilancio sia sul decreto Ristori e manovra. Il nostro Paese sta vivendo un momento di grande difficoltà economica, sociale, sarebbe davvero importante avere un unico blocco parlamentare di centrodestra per rendere più forti ed efficaci le nostre proposte, per trasmettere un'idea di maggiore unità. Il Presidente della Camera apra un dialogo serio con l'opposizione nell'interesse dei cittadini. Secondo Roberto Fico il coinvolgimento di tutto il centrodestra già nel voto sullo scostamento di bilancio sarebbe un'opzione auspicabile e sul confronto tra le forze di opposizione, Matteo Renzi, puntualizza "il tema di rafforzare la squadra di Governo c'è, anche senza allargare la maggioranza". Se Berlusconi si separasse dall'asse Salvini-Meloni, sarebbe una cosa positiva.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.