Bonaccini apre campagna elettorale, 10mila in piazza

07 dic 2019

L'obiettivo era riunire la più grande piazza di centrosinistra degli ultimi anni. Obiettivo raggiunto secondo le stime: diecimila persone in piazza maggiore a Bologna per il primo comizio pubblico del governatore uscente e candidato del centrosinistra alla Presidenza dell'Emilia Romagna, Stefano Bonaccini. In piazza tante bandiere del Partito Democratico, ma soprattutto tanto verde e bianco, "i colori dell'Emilia Romagna", precisa Bonaccini, unica figura politica di riferimento della giornata. Sul palco i candidati delle sei liste che compongono la coalizione, ma nessuno dei big nazionali del PD. Vengano i componenti del Governo, anche leader nazionali, se vengono qui ad affrontare o risolverci un problema. Noi abbiamo bisogno non di passerelle in campagna elettorale, abbiamo bisogno di questioni che attengono alla soluzione dei problemi, come stiamo facendo e come vedrete si farà nei prossimi giorni. Lavoro, istruzione, welfare e ambiente, gli impegni di Stefano Bonaccini che dal palco apre al Movimento 5 Stelle. "Io e Lucia Borgonzoni, candidata del centrodestra, non siamo uguali, meglio confrontarsi sui programmi, che arroccarsi in un isolamento che condanna ad essere irrilevanti", sottolinea il governatore uscente. Poi i ringraziamenti a Romano Prodi, presente in piazza, e al movimento delle sardine. - Ho detto che la loro piazza, le loro piazze, oltre che essere molto educate e dare l'idea di una politica che molti cittadini non vogliono più offensiva e urlata, ci dicono anche che non è una piazza contro, ma per un'alternativa a questa destra e tocca a quelli come me, tra poche settimane, provare a offrire un'alternativa.

pubblicità
pubblicità