Bonafede, riforma processo penale a prossima seduta cdm

12 feb 2020

L'obiettivo della riforma è chiaro: a seguito e contemporaneamente agli investimenti oggettivamente ingenti sulle infrastrutture si mira ad accelerare la durata dei processi, intervenendo su quelli che potremmo definire i cosiddetti “tempi morti” e stabilire, per quanto possibile, tempi certi e rendere più efficiente il sistema, senza sacrificare, ovviamente, le garanzie delle parti. Il disegno di legge sarà portato all'esame del Consiglio dei Ministri, con molta probabilità, nella prossima seduta.

pubblicità