Bonetti a Sky TG24: "Già a lavoro sui congedi parentali"

28 feb 2021

Le famiglie devono sapere che siamo già a lavoro, che il Governo è pronto a provvedere alle necessarie introduzioni di quegli strumenti che lei ha citato, congedi parentali straordinari, retribuiti ed estesi come età, fino almeno a 14 anni, ma anche non retribuiti sopra i 14 anni. Smart working come diritto dei genitori e ovviamente servono anche sostegni, lo stiamo costruendo, come ad esempio, l'ipotesi del voucher economico per le baby sitter e l'aiuto domestico, per tutte quelle situazioni di genitori che sono per esempio i liberi professionisti e partite Iva. Siamo già al lavoro col Ministero del lavoro e delle politiche sociali, con il Mef, ma il Governo è pronto. Le misure si dovranno poter applicare, non solo sulla base di indicazioni che verranno sul colore delle regioni, ma anche per provvedere a quelle chiusure che le regioni stanno già inserendo, rispetto alle quali dobbiamo dare garanzie e tutele e diritti. Queste misure le proporrete nel prossimo decreto Ristori, che poi dovrebbe cambiare nome, sarà il decreto sostegno. Ci può dare già delle cifre su cui state lavorando? Saranno nel primo provvedimento utile, quindi questo in uscita. Sto costruendo la NOME in modo che sia con validità retroattiva, per cui se un genitore ha preso un congedo non retribuito, perché ne aveva diritto, possa poi convertirlo. Avevamo usato lo stesso schema già nella prima fase, delle chiusure. Adesso intanto bisogna vedere quali tipi di chiusura avverranno. Dopodiché le cifre, io credo che vadano riproposte almeno quelle già presenti, quindi un congedo retribuito al 50%, il diritto allo smart working. Stiamo quantificando dal punto di vista del voucher, ma questo adesso è al lavoro al Mef, perché va tarato sulla base anche delle giornate della chiusura della scuola.

pubblicità
pubblicità