Bonus partite Iva a deputati, non si placa la polemica

10 ago 2020

Il caso dei 5 deputati che avrebbero chiesto il bonus da 600 euro, pensato per le partite Iva in difficoltà, fa un rumore assordante, dopo un lockdown devastante che ha portato a programmare oltre 100 miliardi di deficit in più e in un periodo di crescente crisi del rapporto tra cittadini e politica. Su 5 deputati 3 l'avrebbero ottenuto. Nell'ondata di esecrazione collettiva arriva la voce del Presidente della Camera Fico che parla di una questione di etica e invita i parlamentari a chiedere scusa e restituire il denaro. Ma se in effetti il comportamento può essere condannabile, non si tratta di un illecito, quindi già l'Opposizione attacca chi ha pensato e scritto la norma che ha consentito tutto ciò. Per il resto la reazione dei partiti è uguale per tutti: indignazione e sdegno. Speriamo che vengono fuori i nomi e che e ne vadano direttamente a casa. O si dimettono loro oppure ci pensiamo noi, ovviamente quelli del Movimento 5 Stelle, per gli altri ci devono pensare gli altri partiti. Non c'è un errore, alcuni hanno scritto in maniera frettolosa, magari senza pensarci. Ma come avete scritto la norma? Come mai non avete messo dei paletti? Non abbiamo messo i paletti per un semplice motivo: in quel momento chiedevate tutti velocità e che questi soldi arrivassero subito. C'è una duplice responsabilità, una responsabilità individuale da parte di quei parlamentari che, senza vergogna, hanno provato ad accedere. probabilmente sono riusciti ad accedere a questo bonus, dall'altro lato c'è invece una responsabilità di tipo politico da parte del legislatore. Si tratta di pochi soldi, ma l'immagine di parlamentari che con i loro emolumenti da circa 12 mila euro chiedono anche il bonus da 600 è facile alimenti l'ondata di antipolitica, specie alla vigilia del referendum per il taglio dei parlamentari, motivo per cui c'è già chi fa notare che la notizia fatta filtrare l'INPS, alla cui guida c'è Tridico nominato dai 5 Stelle. Intanto alcuni fra i molti Consiglieri comunali che hanno chiesto il bonus escono allo scoperto e dicono: “Non viviamo di politica abbiamo gettoni di presenza quasi inesistenti, ne avevamo bisogno anche noi”.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.