Borrelli commissiario straordinario per allerta coronavirus

31 gen 2020

Dopo l'ufficializzazione dell'arrivo in Italia del Coronavirus il Governo appronta le prime misure per affrontare le urgenze. L'emergenza a livello nazionale sarà gestita da un Commissario straordinario, come avvenne per la SARS. Il ministro Speranza ha proposto, come Commissario delegato per questa emergenza, la persona del dottor Borrelli, che, come sapete, è anche il capo della Protezione Civile. Il Consiglio dei Ministri ha dichiarato lo stato d'emergenza per sei mesi e uno stanziamento iniziale di 5 milioni di euro. Una misura, spiegano da Palazzo Chigi, che è diretta conseguenza della decisione dell'OMS di lanciare l'emergenza globale. Il ministro della salute Roberto Speranza invita alla calma. L'Italia è un grande Paese, abbiamo uno dei migliori servizi sanitari del mondo. Abbiamo voluto in maniera precauzionale alzare il livello di guardia in questo momento come nessun altro Paese in Europa. Quindi ci sono tutte le condizioni per gestire in maniera assolutamente positiva e trasparente l'evolversi di questa vicenda. Bloccato il traffico aereo tra Italia e Cina. La Farnesina si sta occupando di organizzare il rimpatrio dei connazionali attualmente bloccati a Wuhan. I cittadini italiani potranno rientrare, i circa 80 che sono a Wuhan potranno rientrare con un volo militare che arriverà a Pratica di Mare lunedì nelle prime ore del mattino. Toni molto diversi tra le opposizioni. Mi sembra chiaro ed evidente che qualcuno ha perso tempo. Vediamo di star dietro a tutto quello che c'è. Ormai il virus è sostanzialmente presente in tutti i Continenti e, quindi, è chiaro che ogni arrivo in Italia con qualsiasi mezzo debba essere controllato. Occorre evitare sia gli allarmismi che facili speculazioni di carattere politico.

pubblicità