Carlo Calenda si candida a sindaco di Roma

19 ott 2020

Roma, Milano, Napoli, Torino, Bologna. Covid permettendo, in primavera la sfida tra le forze politiche sarà tutta concentrata sulle elezioni nelle grandi città. I due alleati di Governo, Movimento 5 Stelle e PD, sono di nuovo alle prese con il dilemma, già posto e risolto negativamente quest'estate, su alleanza locale sì, alleanza locale no. A Roma il nodo è però già stato sciolto: il Movimento 5 stelle ripunterà sull'attuale Sindaco Virginia Raggi, nome bocciato dal PD che considera fallimentare la sua amministrazione. Nel frattempo a ufficializzare la corsa per il Campidoglio è stato Carlo Calenda, leader di Azione, che punta a uno schieramento largo, aperto alle esperienze civiche. La candidatura dell'ex ministro allo sviluppo economico ed ex PD non convince molti esponenti Dem. Il Segretario del partito Zingaretti punta sulle primarie, un percorso, afferma, per far decidere ai romani il candidato sindaco, percorso aperto anche a Calenda, che però mette in dubbio il valore delle primarie, soprattutto ai tempi del Covid. Le manovre sono appena iniziate, le sorprese non mancheranno. Intanto il centrodestra sta valutando pesi e rapporti di forze al suo interno dopo il calo di consensi della Lega lo scorso settembre. Sul nome per la guida della capitale l'opposizione tornerà a riunirsi in settimana. Lo stesso Salvini esclude un candidato della Lega, più probabile una personalità della società civile.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.