Caso Gregoretti, domani l'aula del Senato decide sul rinvio a giudizio per Salvini

11 feb 2020

Una questione che oramai va ben oltre il merito del caso giudiziario. Il tema è l'autorizzazione a procedere chiesta dal Tribunale dei Ministri di Catania nei confronti dell'ex Ministro dell'Interno, Matteo Salvini, con l'accusa di sequestro di persona aggravato per il blocco di 131 migranti a bordo della nave militare Gregoretti la scorsa estate. Il 20 gennaio, a pochi giorni dalle elezioni in Emilia Romagna, Salvini fece votare la Lega a favore del processo nei suoi confronti, a differenza degli altri partiti all'opposizione: Forza Italia e Fratelli d'Italia, che con la relazione del Presidente di Giunta, Gasparri, avevano chiesto di fermare il processo. Assenti le forze di maggioranza che accusavano Salvini di utilizzare il voto in Giunta in vista delle elezioni regionali. Forza Italia e Fratelli d'Italia si preparano a presentare un ordine del giorno per chiedere il voto in aula a Palazzo Madama, necessarie le firme di 20 Senatori e rimarcare così la linea garantista, ma Salvini continua a ribadire la volontà di farsi processare. Ritengo che un processo nei miei confronti sia privo di qualsiasi fondamento, perché ho difeso l'interesse nazionale. Se il PD, 5 Stelle e Italia Viva, invece, ritengono che sia un crimine, io non scappo, non ho paura, “Male non fare paura non avere”, e andrò in quel Tribunale. Ma nella Lega i dubbi crescono, votare a favore dell'autorizzazione rappresenta un forte rischio e sembrerebbe smentire l'iniziale difesa dello stesso Salvini, di aver agito nell'interesse nazionale. Sulla doppia linea del Carroccio, ironizza il centrosinistra. “Prima del voto in Emilia” - afferma Franco Mirabelli del Pd – “Salvini ha fatto il martire, ora fa retromarcia”. Soltanto nelle prossime ore in aula si capirà la decisione della Lega e la coerenza delle posizioni politiche.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.