Caso Siri, Arata intercettato: gli do 30mila euro

22 lug 2019

Secondo l'intercettazione ambientale risalente al settembre 2018, si tratta di indebita promessa di tangente. Promessa rimasta tale, ma questo poco importa dal punto di vista giudiziario. “Gli do 30.000 euro perché sia chiaro tra di noi. Io ad Armando Siri, ve lo dico”. Sarebbero queste le parole con cui l'imprenditore Paolo Arata, indagato per corruzione dalla Procura di Roma, tira in ballo l'ex Sottosegretario, anch'egli indagato. L'intercettazione risale al settembre del 2018 appunto ed è contenuta negli atti depositati dai PM di piazzale Clodio, in vista di un incidente probatorio fissato per il 25 luglio prossimo. Arata parla alla presenza di suo figlio Francesco e di Manlio Nicastri, figlio dell'imprenditore Vito, accusato dai PM di Palermo di essere vicino a Cosa Nostra. I Nicastri, da alcune settimane, hanno iniziato a collaborare con gli inquirenti fornendo nuovi elementi utili alle indagini. Messo di fronte alle intercettazioni, Manlio Nicastri non ha potuto negare e ha ammesso di essere a conoscenza del piano di Paolo Arata: corrompere l'ex Sottosegretario del Carroccio. Il filone romano delle indagini ruota appunto attorno ai rapporti tra Arata e Siri, in particolare l'inchiesta riguarda la presunta promessa di 30.000 euro in favore dell'allora Sottosegretario per la sua attività di sollecitazione dell'approvazione di norme che avrebbero favorito lo stesso imprenditore nell'ambito del cosiddetto "mini eolico". A seguito della vicenda Armando Siri si è dimesso, ma nei giorni scorsi ha partecipato all'incontro tra Matteo Salvini e le parti sociali, in qualità di esperto. Non solo, l'ex Sottosegretario nell'intervista al quotidiano “La Verità” è tornato a parlare di fisco e flat tax, raccontando di essere stato confermato dal leader del Carroccio nella squadra economica della Lega.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.