Castelvetrano ha un nuovo sindaco e cerca la rinascita

13 mag 2019

Castelvetrano senza il consueto sole, ma sotto una pioggia battente, festeggia il suo nuovo Sindaco, Enzo Alfano, 63 anni, 5 Stelle, neofita della politica lui e nuova l’esperienza per il Movimento alla guida del Comune. Le sfide in una città che esce da due anni di commissariamento per infiltrazioni mafiose sono molteplici, dalla corruzione all'abusivismo edilizio, dalla fuga dei giovani alle collusioni con la criminalità organizzata e con l'ultimo boss latitante, che secondo recenti e passate inchieste giudiziarie hanno coinvolto diversi pezzi della società. Nella città di Matteo Messina Denaro la sfida è anche scrollarsi di dosso l'etichetta di città del boss. Soprattutto vogliono che ci sia un cambiamento, un cambiamento radicale. Vogliono che questa cittadina venga nella cronaca nazionale non per le solite questioni che riguardano la magistratura, arresti, la città di. La città è dei castelvetranesi. Noi ce ne vogliamo riappropriare anche in termini di immagine. Noi abbiamo una bellissima storia, abbiamo un parco archeologico che è il più grande d'Europa e da queste risorse noi dobbiamo partire, sia per il riscatto sociale che per lo sviluppo economico. La rinascita non può che passare dai giovani che qui sono rimasti o che qui hanno scelto di tornare. Dalla nuova Amministrazione si aspettano ora che li aiuti a fare di questa una città che faccia parlare di sé per le sue bellezze, per l'arte, l’archeologia e il turismo. Ci vuole un impegno, un impegno sociale, un impegno culturale, perché non vogliamo più apparire nelle cronache di tutti i giorni soltanto per affari malavitosi. Adesso vogliamo essere orgogliosi di essere castelvetranesi. Le persone comunque che sono a Castelvetrano non sono come si pensa. Noi usciamo da qui e ci troviamo in una situazione diversa e comunque cerchiamo sempre di dare, di portare il buon nome di Castelvetrano, anche perché comunque ci facciamo forza di quelle che sono veramente le nostre, i nostri prodotti, le nostre infrastrutture perché comunque viviamo di paesaggi che non abbiamo nel resto d'Italia.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.