Cisl, Sbarra: non è momento di essere contro a prescindere

18 dic 2021

Non è il momento di abbandonare la strada, quella del dialogo, quella di un confronto dice il Segretario della CISL Luigi Sbarra, che ha prodotto dei risultati tangibili per i lavoratori, a cominciare dal taglio di 7 miliardi per l'IRPEF soprattutto dei redditi più deboli. "Al Paese serve coesione sociale, protagonismo sociale, non conflitto sterile. Ecco perché oggi lanciamo un forte segnale al Governo, alle associazioni datoriali, per rafforzare il dialogo e il confronto nella prospettiva di costruire insieme, insieme la ripartenza e la crescita del Paese". La strada dell'unità sindacale invece è ancora piena di ostacoli, figurarsi se siamo contro dice Sbarra, ma bisogna chiarirsi su merito, obiettivi, metodo e sul modello di sindacato che si intende interpretare. Anche perché lo sciopero generale di CGIL e UIL è stato definito uno sbaglio. Non è questo il momento in cui ci si può permettere di essere contro a prescindere, sottolinea, e non è questo il Governo, continua il leader CISL, che non ascolta. Rinnovo dei contratti della Pubblica Amministrazione, blocco di quota 103 per le pensioni, il provvedimento contro le delocalizzazioni, tutti esempi, rimarca la CISL, di come il mestiere di un sindacato sia contrattare sempre, senza sconti, ma senza ideologie. Il lavoro da fare è tanto e la CISL spera di farlo insieme a Uil e CGIL, la partita sulla riforma delle pensioni è appena all'inizio, infatti, su questo la CISL ammonisce: non si deve tornare ai numeri rigidi della legge Fornero.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast