Comunali, Letta lancia primarie per Roma ma Calenda si sfila

14 apr 2021

C'è Roma, ma non solo, c'è Napoli, poi Milano, Torino e Bologna, ci sono però, soprattutto, le alleanze in gioco, le coalizioni, il futuro Governo del Paese, le elezioni politiche del 2023, se come sembra, la legislatura in corso, giungerà al termine. Tanto su cui confrontarsi e scontrarsi quindi, non a caso candidature, liste, partnership e alleanze sono ancora in alto mare, da destra a sinistra. Il nuovo PD di Enrico Letta, lancia le primarie di coalizione: "Sono la via maestra", spiega il Segretario dei Dem, guardando al caleidoscopio della Capitale, dove il rebus dei candidati che si dovranno contendere la guida della città, è ancora tutto da risolvere. Il centrodestra continua a rinviare il vertice decisivo, sul proprio nome per Roma, sembra attendere le mosse del centrosinistra e ruota ancora, su alcuni pochi nomi, tra cui quello di Guido Bertolaso. Dall'altra parte, dopo la prima uscita di Gualtieri, poi rientrata nell'ordine di una competizione interna, tutta da affrontare, si cerca una soluzione che non rompa, i già flebili rapporti, tra i Partiti. C'è poi il ruolo e la candidatura Raggi, che resiste e che i pentastellati, Grillo in testa, difendono e che però, non pochi problemi crea l'intesa più ampia, con i Democratici, anche per altre città, come Napoli, dove non è un mistero il nome forte, comune, potrebbe essere quello del Presidente della Camera, Fico. Di fatto Letta, ha aperto il dossier amministrative: primarie e coalizione, le parole chiave. Chi si chiama fuori è Carlo Calenda, che aveva peraltro, già ottenuto l'appoggio di Italia Viva. Renziani che puntano, con i propri candidati, a correre per le primarie, sia a Bologna che a Napoli. I Dem su Roma, in fondo, sperano in un passo in avanti di Nicola Zingaretti, l'ex Segretario e Governatore del Lazio, per ora ripete che non si candiderà, ma aggiunge: "Bene la scelta delle primarie, perché si è vincenti con il coinvolgimento dei cittadini e non con i conciliaboli a porte chiuse".

pubblicità
pubblicità