Consiglio Europeo, continua braccio di ferro tra Polonia-Ue

22 ott 2021

Il freddo sta arrivando e l'Europa deve essere pronta ad affrontarlo garantendo a tutti i propri cittadini riscaldamento ed energia a prezzi accettabili. É questo uno degli argomenti che più anima il Consiglio europeo in corso a Bruxelles. I prezzi delle bollette e della benzina. Nonostante alcune differenze emerse negli ultimi giorni tutti i paesi europei non vogliono trovarsi a dover affrontare di nuovo un aumento dei prezzi a causa delle carenze di riserve di gas a disposizione e vogliono quindi agire anche nel lungo termine. Nello stesso tempo ogni paese sta stanziando miliardi di euro per ridurre i prezzi e venire incontro alle famiglie. Nella riunione tra Capi di Stato e di Governo dei 27 paesi membri dell'Unione Europea non si è potuto non parlare del durissimo scontro, in corso, tra Polonia e istituzioni europee a proposito dello stato di diritto. Il premier polacco ha ribadito la propria contrarietà ad un Europa che si occupa anche di valori e equilibrio tra poteri nei singoli Stati, ma il Governo europeo cioè la Commissione vuole andare in fondo e convincere Varsavia che dal momento che ha aderito all'Europa e ne gode di grandi benefici deve anche rispettare le regole ed i valori comuni. In mezzo però ci sono i vari Stati membri molti dei quali sembrano non voler andare ad uno scontro frontale con il partner polacco preferiscono continuare a dialogarci arrivando ad un compromesso futuro. Nelle prossime ore, si parlerà di migrazione, l'Italia si aspetta un piano europeo che consenta di chiudere accordi con otto paesi di provenienza e di passaggio di migranti affinché in cambio di investimenti ed aiuti si riducano i flussi.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast