Conte e Tria al G20: eviteremo procedura Ue

27 giu 2019

Difficile ma non impossibile. La trattativa del Governo italiano per cercare di evitare la procedura europea di infrazione per violazione della regola del debito va avanti dall'asse Roma-Bruxelles fino a Osaka in Giappone, dove è in corso il G20 tra i leader dei Paesi più industrializzati e dove il Premier Conte e il Ministro dell'Economia Tria sono al lavoro a stretto contatto con i rappresentanti europei e della stessa Commissione. Da Osaka, però, si tornerà presto a Bruxelles a stretto giro. Il tempo, del resto, stringe e l'Europa preme. La Commissione si riunirà il prossimo 2 luglio. Anche per questo, per dare ulteriore, seppur limitato, spazio alle trattative, l'esecutivo aveva deciso di far slittare l'assestamento di bilancio. Qualche giorno in più per capire se e come trovare quelle risorse aggiuntive ai circa 5 miliardi finora accantonati, ma ancora insufficienti, secondo l'Unione, per evitare con certezza la procedura. Il Presidente del Consiglio, però, resta ottimista. “Il clima è di un dialogo costruttivo. Complicato è complicato oggettivamente. Però, visto che tutte le parti stanno recitando e si stanno predisponendo e si stanno manifestando nell'ambito di questa trattativa con un approccio che io reputo costruttivo, sono fiducioso che si possa arrivare a una soluzione”. Clima costruttivo ribadito anche dal Ministro Tria, da sempre fiduciosi in un'intesa definita a portata di mano. Non tutto è risolto. Lo stesso Conte aveva spiegato come la partita fosse ancora complicata, ma ora l'ottimismo appare più consistente.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.