Crisi di Governo, fiducia a Conte alla Camera con 321 sì

18 gen 2021

Adesso si volta pagina. Esordisce così Giuseppe Conte nel suo appello a partiti e deputati nel giorno in cui la Camera gli conferma la fiducia. Si va oltre la maggioranza assoluta, un passo non scontato che lo accompagna con un po' più di sicurezza alla sfida di Palazzo Madama, non cita mai Matteo Renzi, rivendica di avere un progetto politico chiaro e ben definito e nei panni dell'avvocato del popolo si dice retoricamente a quegli italiani che come lui non accettano e non capiscono questa crisi. Una crisi di cui immagino i cittadini, ma devo confessarlo, io stesso non ravviso alcun plausibile fondamento, adesso si volta pagina. Cerca appoggio e consenso e si mette in gioco in prima persona, chiarendo che il suo progetto riformista e europeista è aperto a tutti coloro che vi si riconoscono, lavorerà per una legge elettorale proporzionale, cederà la delega ai servizi segreti, quasi a voler smontare una per una le critiche di Italia Viva, ma è in quell'aiutateci a ripartire che tradisce la difficoltà del momento. Chi ha idee, progetti, volontà di farsi costruttore insieme a noi di questa alleanza votata a perseguire lo sviluppo sostenibile, sappia che questo è il momento giusto per contribuire a questa prospettiva. Forze politiche, quindi, che sono chiamati a operare una chiara scelta di campo contro le derive nazionaliste e le logiche sovraniste. A quella parte del Pd che teme l'ingovernabilità, promette un patto di legislatura vero e articolato, risposta forse un po' tardiva, ma indispensabile per parare i colpi del non facile voto del Senato, dopo il quale bisognerà davvero capire come poter governare il Paese, aldilà dei numeri.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast