Cuneo fiscale, Renzi: questo taglio? Pannicello caldo

04 ott 2019

Da sempre la sessione di bilancio e la preparazione della manovra rappresentano un momento di tensione e non solo tra chi governa e le opposizioni. Questa volta a far salire la temperatura nella maggioranza, fresca di conio e pronta al battesimo di fuoco della legge di bilancio, è il taglio del Cuneo fiscale. Prima il pressing delle imprese, Assolombarda in testa, a chiedere di più per i settori produttivi, poi i sindacati che chiedono maggiore attenzione e che torneranno a Palazzo Chigi a inizio settimana, per dar seguito al nuovo corso dialogante avviato dal Presidente del Consiglio. Ora le parole – e che parole – di Matteo Renzi. Una lettera al Corriere della Sera per definire senza mezzi termini, l'impatto delle risorse stanziate come un pannicello caldo. E non è tutto. Alla piccata replica del premier sui fenomeni che ora non servono alla causa del Governo, il leader della neonata Italia Viva, rincara la dose. Meravigliosa, gli 80 euro al mese per 5 anni era una mancia elettorale, per 6,5 anni. Adesso basta, preannunciare che ci saranno forse 15 euro in busta paga ed è una grande rivoluzione per il proletariato. Che è una cosa bellissima, però è una roba che non si spiega. Temperatura che sale, girandola di botta e risposta, Luigi di Maio e Dario Franceschini, invitano ad abbassare i toni. Il capo politico dei Pentastellati e il Ministro degli Esteri spiega di fidarsi di Conte. Mentre il Ministro dei Beni Culturali chiede un lavoro di squadra per vincere insieme. Ma proprio al premier risponde a distanza il renziano Rosato: “Altro che fenomeni, quelli - dice – erano nel suo precedente Governo”. E se da sinistra Leu chiede a Renzi di smetterla con quello che definisce un controcanto quotidiano, dalle opposizioni la Lega attacca a testa bassa. Per Matteo Salvini si tratta di uno spettacolo indegno a spese degli italiani.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.