Cunial potrà entrare per ora alla Camera senza green pass

19 nov 2021

Potrebbe scatenare reazioni a catena la decisione del Presidente del Collegio di appello della Camera dei Deputati, Andrea Colletti, di accogliere la richiesta di sospensiva, presentata dalla deputata no-vax Sara Cunial, della delibera con cui il Collegio dei questori di Montecitorio ha introdotto l'obbligo del Green pass per accedere a tutte le sedi della Camera. Regola che ha causato l'allontanamento della parlamentare, che appartiene al Gruppo misto, dal palazzo di Montecitorio dal 15 ottobre. Il ricorso ora è stato accettato perché, scrive Colletti, la deputata ha il diritto di votare e il dovere di esercitare il mandato di rappresentanza popolare. E così ora la Cunial potrà accedere alla Camera senza esibire Green Pass almeno fino alla decisione nel merito del suo ricorso che verrà presa dal Consiglio di giurisdizione che si riunirà il 25 novembre, ma la deputata dovrà attenersi a quanto fissato dalla nuova delibera approvata ieri sera dal Collegio dei questori. Potrà partecipare ai lavori ma solo dalle tribune, quelle per il pubblico, e nelle Commissioni dovrà rigorosamente attenersi alla distanza di sicurezza di almeno un metro dagli altri Deputati. Niente conferenze stampe e divieto di ingresso alla buvette e al ristorante. L' accoglimento del ricorso ha scatenato moltissime polemiche e indignazioni poiché permettere ad un parlamentare ciò che viene negato a un privato cittadino appare come l'ennesimo, inaccettabile privilegio della casta.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast