Decreto sicurezza, è lite tra Lega e M5S sugli emendamenti

12 lug 2019

Crisi di Governo evocata, minacciata, poi rientrata. Per difendere le divise Matteo Salvini indossa l'elmetto e arriva a prefigurare lo scenario da “tutti a casa” se le modifiche della Lega al Decreto Sicurezza Bis non verranno approvate. “O passano gli emendamenti per le forze dell'ordine o non va e si rischia un grosso problema per il Governo” tuona, ma gli alleati a 5 Stelle non si fanno intimidire e replicano “Continua a dire sciocchezze e falsità, visto che gli emendamenti respinti hanno anche la nostra firma. Da quel che vediamo, le forze di Polizia sono state usate per pura campagna elettorale e a pretesto per minacciare la caduta dell'esecutivo.” Poi il Presidente della Camera, Roberto Fico, riammette gli emendamenti relativi alla Polizia, mentre quelli relativi ai Vigili del Fuoco passano grazie all'accordo di tutti i Gruppi. “La Camera - commenta Fico - è intervenuta per ovviare alle amnesie del Ministro dell'Interno.” In ogni caso lo scontro può rientrare e Salvini esulta sui social “Vittoria su tutta la linea! Grazie all'insistenza della Lega.” “Mi auguro che il Decreto Sicurezza 1 venga approvato in larga maggioranza. Finalmente nel Paese si torna a parlare di sicurezza, di ordine pubblico e di contrasto all'immigrazione clandestina.” Per il premier Giuseppe Conte, che segue tutto da Milano, tanto rumore per nulla. “Non si sta rompendo nulla nel Governo, non è che ogni giorno, a giorni alterni, possiamo ragionare su qualcosa che si sta rompendo o meno. Nessuna tensione di questo tipo, c'è una normale dialettica parlamentare. Ho sentito anch'io che c'era qualche motivo di insoddisfazione per come stavano andando, diciamo, le valutazioni sugli emendamenti. Sono valutazioni anche tecniche. La dinamica parlamentare, i processi parlamentari, i regolamenti li conosciamo, però mi sembra che anche questo motivo di tensione si sia diradato.” Superato un'impasse, anche Luigi Di Maio indossa la divisa: “In Parlamento ci sono stati un po' di problemi su alcuni emendamenti, ma per fortuna sembra che sia risolto tutto perché la prima cosa è tutelare e garantire la sicurezza di chi garantisce la nostra sicurezza.” Poi Di Maio rilancia, rivolto a Salvini “E' tempo di accelerare sul provvedimento che garantisce alle forze militari e a quelle dell'ordine le tutele minime sindacali.”.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.