Decreto Sostegni, via libera dal consiglio dei ministri

19 mar 2021

Dare più soldi a tutti, e più velocemente. Riaprire la scuola appena i contagi lo permetteranno a mantenere gli obiettivi del piano vaccini, nonostante la pausa dei giorni scorsi dovuta alle verifiche su AstraZeneca. Fissa questi obiettivi, Mario Draghi, nella sua prima conferenza stampa dopo il via libera al decreto sostegni arrivato dopo un serrato scontro tra Lega, forza Italia e una fetta del movimento 5 stelle. Da una parte e Pd dall'altra, sulla platea da coinvolgere sulla rottamazione delle cartelle esattoriali. Poi il compromesso tra le parti, con la soddisfazione dello stesso Draghi, anche se viene specificato dal premier che si tratta di una risposta parziale, il massimo che si poteva fare. L'obiettivo del decreto è dare più soldi possibile a tutti, più velocemente possibile. Quanti più soldi possibile. C'è la questione vaccini che tiene banco. Draghi è pronto ad assicurare la campagna di vaccinazione procederà con la massima velocità e la massima capillarità possibile, ma inevitabilmente si torna a parlare del preparato anglo svedese di AstraZeneca, dopo lo stop e dopo la riammissione da parte dell' Ema. Qui, Draghi precisa, io non ho ancora fatto la prenotazione. La mia classe di età però entrata tra quelle che gli permettono di avere il vaccino, e si farò l'AstraZeneca, mio figlio l'ha fatto l'altro ieri in Inghilterra e quindi non c'è nessuna assolutamente nessuna, nessuna prevenzione, nessun dubbio. E sempre sui vaccini. resta aperta anche la discussione nel cuore dell'Europa sul siero russo Sputnik: "La Merkel mi ha detto lei, che avrebbe detto che se l'autorità europea approva il vaccino Sputnik, bene, se no lei farà altrimenti, ed esattamente il criterio che dicevo prima, cioè al pragmatismo, bisogna prima cercare il coordinamento europeo e poi se no, uno fa, altrimenti. Infine, una promessa sulla scuola, ma con lo sguardo sempre vigile sui contagi nel Paese. "La scuola sarà la prima a riaprire, quando la situazione dei contagi lo permetterà. Quindi sarà la prima attività ad essere riaperta".

pubblicità
pubblicità