DL Fisco, Pd ritira emendamento su fondazioni, testo ritorna in commissione

02 dic 2019

Andata e ritorno. Dopo un tira e molla di polemiche tweet viene posta la parola fine sull'ennesima questione di scontro all'interno della maggioranza. Caso chiuso, si tornerà in Commissione. È l'altolà del PD su un emendamento al decreto fisco, sostenuto anche dal Movimento 5 Stelle e LeU in Commissione Finanze alla Camera, che avrebbe rinviato l'applicazione delle norme del provvedimento spazza corrotti alle fondazioni, facendo slittare al 2021 la nuova normativa sulla trasparenza. Italia Viva aveva votato contro. Uno stop che arriva dopo che lo stesso leader dei 5 Stelle Di Maio aveva bocciato la decisione contenuta nella richiesta di modifica come una porcheria che andava tolta. Ad aprire le danze era stato il leader di Italia Viva Renzi, coinvolto in questi giorni nell'inchiesta sulla Fondazione Open, nata nel 2012, chiusa nel 2018 e che aveva attaccato di giorno sui social fanno i moralisti, di notte in Commissione salvano le loro fondazioni. Il deputato Dem Mancini spiega in una nota che bisognerà trovare un'altra soluzione alle difficoltà organizzative, causate da una legge che considero sbagliata perché criminalizza i partiti e la partecipazione politica. Con l'equiparazione ai partiti anche le fondazioni e associazioni sono tenute ai medesimi obblighi di trasparenza. Sui tempi di applicazione delle nuove norme si farà chiarezza nel giro di qualche giorno.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.