Dl Rilancio, cambiano congedi, smart working e superecobonus

06 lug 2020

Vale 55 miliardi il decreto rilancio rivisto e corretto dalla Camera. Tra le modifiche più sostanziose, apportate dalla Commissione bilancio di Montecitorio, c'è sicuramente l'estensione alle seconde case unifamiliari, come le villette a schiera, del super ecobonus al 110% per ristrutturazioni ed efficientamento energetico. Lo smart working, il lavoro agile, entra sempre più nel circolo produttivo. Il 50% dei dipendenti pubblici che possono lavorare da remoto potranno usare questa modalità fino al 31 dicembre 2020 e dal 2021 aumenterà la percentuale. Avranno diritto a pretendere, invece, lo smart working le persone con patologie che li espongono a maggiore rischio di contagio. I congedi parentali pagati al 50% vengono estesi fino al 31 di agosto per chi ha figli di età compresa tra 0 e 12 anni. Più soldi anche per chi decide di muoversi nelle città in maniera più green. Gli incentivi per chi acquista auto euro 6 salgono fino a 3.500 euro, 1.500 da parte dello Stato, 2.000 del rivenditore se si rottama un'auto vecchia di 10 anni. Il decreto riceverà la fiducia della Camera prima di passare al Senato per il via libera definitivo, che deve arrivare entro il 18 luglio.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.