Dpcm, Salvini: Governo ascolti l'opposizione

26 ott 2020

A Matteo Salvini e Silvio Berlusconi il metodo con cui è stato messo a punto il Dpcm non piace. Per il leader di forza Italia e per quello della Lega il centrodestra non può essere consultato solo a giochi fatti. Non si può mettere in ginocchio un intero paese, ascoltare i Sindaci, ascoltare i governatori, ascoltare gli italiani e lavorare tutti insieme, non si va avanti a colpi di decreti notturni che cambiano dalla sera alla mattina la vita di milioni di italiani. Per Giorgia Meloni la gestione della crisi è inadeguata rispetto alle esigenze del Paese, è intollerabile che dopo 8 mesi il Governo naviga a vista, non stanno capendo niente, tuona la leader di fratelli d'Italia e lo dice il Governo stesso, che presenta un decreto ogni 4 giorni. Silvio Berlusconi capisce le difficoltà in cui si trova l'esecutivo e avverte, ci asteniamo da critiche facili e strumentali. Non capisco perché il governo sia così restio ad accogliere le proposte di collaborazione che abbiamo avanzato in tante occasioni. Gli fa eco il vicepresidente di forza Italia Antonio Tajani, basta con consultazioni formali solo per presentare decisioni già prese. Il Presidente della Sicilia, Nello Musumeci, esorta a Palazzo Chigi a mettere in campo un intervento rapido per le categorie penalizzate, senza alcuna polemica e con spirito costruttivo chiedo al Presidente Conte di varare con la necessaria celerità le misure per la liquidità immediata e per garantire aiuti. Per il governatore della Liguria Giovanni Toti alcuni divieti sono troppo pesanti, vista la situazione sanitaria nuove misure andavano sicuramente prese, ma alcune appaiono francamente incongruenti e dal sapore punitivo dice, anche per Confindustria il Dpcm non convince. Non vedo quale sia la direzione, ci siamo fatti trovare impreparati, sostiene il Presidente Carlo Bonomi, penso che il Governo debba ascoltare di più le parti sociali.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.