Draghi: Stato di emergenza atto di necessità

22 dic 2021

Lo stato di emergenza come un atto di rassegnazione? No, come un atto di necessità. Con i dati che erano disponibili all'inizio di ottobre, che facevano presagire un'evoluzione molto più favorevole dell'epidemia, si poteva cominciare a ragionare di non prorogare tutto il contesto infrastrutturale e istituzionale legato allo stato di emergenza. In altre parole si poteva dire questa misura sì, questa misura no, perché le cautele comunque andavano continuate, e si poteva dire, si sarebbe potuto dire certe cose però altre no, insomma, questo era il discorso. L'evoluzione dei dati ha dimostrato che questo non valeva più la pena farlo, l'evoluzione dei dati ha dimostrato che tutto il blocco infrastrutturale e normativo e sanitario collegato allo stato di emergenza andava prorogato. Qui la decisione di proroga dello stato di emergenza è un atto di necessità e un atto di buon senso.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast