Elezioni, Di Maio: da noi no sostegno candidato di partito

26 nov 2019

Il tentativo evidente ritrovare toni più morbidi e costruttivi all'interno della maggioranza, viaggia sempre di pari passo con l'emergere, comunque, di frizioni su vari fronti. Il Presidente del Consiglio, Conte, rassicura sull'Ilva, parla di un ArcelorMittal che, grazie all'impegno del Governo, sarebbe ora più ragionevole. Poi rilancia il piano per le infrastrutture e dice che 11 miliardi sono già praticamente pronti. Infine rassicura sulla tenuta della maggioranza e spende parole per minimizzare le tensioni interne ai 5 Stelle. “Il Movimento sta attraversano una fase di transizione, quindi tutte le varie anime del Movimento stanno venendo fuori ancor di più, fino a quando, secondo me, non si completerà questo processo. Tutte queste anime non mi sembra assolutamente che siano orientate a mettere in discussione la prosecuzione di questa esperienza di Governo.” Però nel frattempo Di Maio da Bologna, dove i 5 Stelle dovrebbero presentarsi da soli dopo il voto su Rousseau, creando un evidente problema al PD, chiarisce che da Statuto loro non possono sostenere un altro candidato, quindi Bonaccini, e poi proprio al PD rivolge un appello, che sa di ultimatum, sulla riforma della prescrizione: “Non facciano come Salvini e difendano questa norma di assoluto buonsenso” dice, mentre il PD premerebbe, invece, sull'introduzione di limiti alla durata dei processi. Ecco che allora Conte interviene anche su questo e rilancia entrambi i temi, dando ragione sia ai 5 Stelle, che al PD. Nel frattempo Italia Viva di Renzi plaude al Premier, che dice di aver trovato le coperture per togliere le tasse su plastica e auto aziendali, ma sottolinea polemicamente: “Bene che chi ci criticava, ora venga sulle nostre posizioni.” Prosegue, intanto, la durissima polemica fra Conte e Salvini, sul fondo salva-Stati, sempre con gli stessi argomenti e il leader della Lega rilancia anche il tema degli sbarchi di migranti: “Le ONG ordinano - attacca - e il Governo di incapaci cala le braghe.”.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.