Fedriga: serve qualche riapertura prima del 4 maggio

19 apr 2020

Determinati settori, come per esempio quelli coinvolti, particolarmente nell'export, perché a noi in questo momento ci stanno rubando fette di mercato, paesi stranieri, rischiamo che il 4 maggio non è che un'impresa non riapre perché c'è un nuovo Dpcm, non riapre perché non ha più la forza di stare sul mercato e quindi su questo avevamo fatto presente come regioni e governo la necessità di ipotizzare una riapertura, seppur controllata, seppur limitata antecedente al 4 maggio. D'altronde c'è un decreto legge approvato dal Governo, dove toglie la possibilità alle regioni di proporrà aperture autonomamente, noi abbiamo sempre cercato una via estremamente di collaborazione istituzionale, perché pensiamo che in questo momento sia molto importante. Ci auguriamo che questa collaborazione istituzionale sia reciproca. Perché se è pur vero che serve un coordinamento nazionale, io ne sono pienamente convinto, non soltanto, diciamo, accetto la richiesta del Governo, ma ne sono convinto, perché è chiaro che serve un coordinamento, bisogna provvedere anche le specificità dei diversi territori, le necessità dei diversi territori e la capacità di reazione che gli stessi territori hanno.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast