G20 Lavoro a Catania, parla il ministro Orlando a Sky TG24

22 giu 2021

"Noi abbiamo, col Sostegni Due, allargato molto in via emergenziale, la possibilità dell'utilizzo degli ammortizzatori sociali, con la gratuità delle addizionali, l'introduzione del contratto di solidarietà. È stata prevista la possibilità di evitare il decalage della NASPI, quindi fino alla fine dell'anno, non ci sarà la diminuzione della NASPI. In prospettiva e per affrontare compiutamente il dopo pandemia, avremo bisogno di ammortizzatori sociali più inclusivi. Il lavoro che abbiamo fatto in questi mesi di confronto istruttorio, prevede la costruzione di ammortizzatori che proteggono lavoratori che oggi non hanno nessun tipo di protezione e che in qualche modo dia, per chi perde il lavoro, una protezione più solida e più duratura, legando tutto questo a processi di formazione e politiche attive del lavoro. Questo lavoro, sarà sottoposto in questa settimana, all'attenzione degli altri Ministri direttamente competenti, al Ministro Giorgetti e al Ministro Franco e poi credo che ci siano le condizioni per il passaggio finale che può portare a iniziare a scrivere le norme". "Ministro, c'è un settore che nelle ultime ore, negli ultimi giorni, sta facendo tanto parlare di sé, che è quello della Logistica. A Novara è successo anche un brutto fatto di cronaca, che cosa pensate di fare?" "È qualcosa in più di un brutto fatto di cronaca, il fatto che una persona perda la vita per difendere i diritti degli altri, è un fatto che riporta molto indietro il nostro Paese. Bisogna risalire al dopoguerra, per vedere qualcosa di simile. Pensavamo di aver lasciato alle spalle episodi come questo. Che cosa dobbiamo fare? Dobbiamo fare più controlli dobbiamo e per questo stiamo assumendo 2 mila unità, all'interno dell'Ispettorato del Lavoro, monitorare le ASL, affinché mantengano negli uffici competenti, un livello degli organici accettabile, favorire il dialogo sociale e la contrattazione in tutte le aziende, che consenta il riconoscimento di diritti ai lavoratori, vigilare sul subappalto, sul rischio che ci siano forme di dumping, che comprimano i diritti e i salari in modo totalmente inaccettabile. Farlo con gli strumenti che abbiamo ereditato e farlo anche con strumenti nuovi, che tengono conto del fatto che una parte del lavoro, sarà disciplinata e intermediata con nuove tecnologie. Queste sono le cose che dobbiamo fare e intanto un primo passo è la costruzione di una Task Force, che farà un'analisi dettagliata dei fenomeni che si sono venuti a determinare in quel contesto, a partire dall'utilizzo abbastanza spregiudicato, della forma della cooperativa, che spesso nasconde semplicemente, diciamo, meccanismi di sfruttamento che dobbiamo respingere".

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast