Giustizia, si media, Lega rilancia su prescrizione

29 lug 2021

L'unica certezza sulla riforma della giustizia pare essere la centralità del premier Draghi nella mediazione tra i partiti perché in ore in cui per la prima volta si vedono spiragli di ottimismo su una possibile intesa, PD e Lega fanno sapere che i rispettivi leader hanno sentito telefonicamente il premier e se Letta lo ha fatto anche per ribadire l'impegno dem nel favorire la mediazione per una riforma attesa da anni Salvini a Draghi ha chiesto che non vadano in fumo i processi per mafia, traffico di droga e violenza sessuale. Il tema dunque resta quello della prescrizione con posizioni che potrebbero da un lato essere un pericoloso gioco al rialzo o anche un possibile punto di caduta, soprattutto considerando che i Cinque Stelle non sembrano disponibili a cedere forti anche dei rilievi del CSM. "Continuiamo ad attendere che ci sia si realizzi questo confronto, l'esito di questo confronto, adesso ci sono anche i pareri del CSM, c'è un parere sia sull'improcedibilità che più in generale è stato chiesto dalla ministra anche sulla riforma complessiva. Sono disponibili nella versione ovviamente proposta dalla Commissione e verranno discussi dal plenum. E' un ulteriore io dico contributo tecnico che ci serve per mettere a fuoco tutte quelle criticità che anche noi abbiamo segnalato." Il lavoro della commissione giustizia dove non si è ancora votato proprio in vista di un'intesa dovrebbe riprendere ad ore anche se non mancano le ipotesi di un rinvio di qualche giorno, in attesa che si trovi un compromesso che a quel punto verrebbe blindato da un voto di fiducia prima della fine della prossima settimana.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast