Governo e sindacati a confronto su manovra

07 ott 2019

Il timing è serrato. La prossima legge di bilancio dovrà essere presentata all'Europa entro metà ottobre. Ancora pochi giorni per limare e mettere nero su bianco misure e obiettivi finanziari dei prossimi anni. Governo e sindacati si sono incontrati per un confronto e a breve, proprio in vista del varo della manovra, partiranno quattro diversi tavoli tecnici incentrati sul cuneo fiscale, revisione della legge Fornero, contratti e investimenti pubblici, Meridione. Una agenda fitta, un modus operandi apprezzato dai rappresentanti delle parti sociali che esprimono soddisfazione per un metodo che non veniva applicato da molti anni. “Non vogliamo lavorare in maniera autoreferenziale, questo credo che sia ormai chiaro, dobbiamo procedere fianco a fianco per lavorare a un'Italia più equa, più verde e più inclusiva, che riattivi il motore della crescita economica, dello sviluppo sociale.” Apprezzata la via del confronto, le posizioni rimangono distanti. CGIL, CISL e UIL ribadiscono le priorità: sblocco delle pensioni, detassazione degli aumenti salariali e interventi seri contro l'evasione fiscale. Nonostante le cifre messe in campo dal Governo, si parla di circa 5 miliardi, i sindacati vogliono chiarezza sui soldi per il rinnovo dei contratti pubblici e chiedono al Governo di aumentare i 2,5 miliardi di euro attualmente previsti per il taglio del cuneo fiscale. “Noi siamo perché il cuneo fiscale venga assolutamente fatto. Siccome sono circolate tante discussioni, anche dentro la maggioranza, per noi la riduzione delle tasse per i lavoratori dipendenti e pensionati deve essere fatta già a partire da questa legge di stabilità e, allo stesso tempo, bisogna già adesso definire come cresce, sia per il 2021 che per il 2022. Naturalmente abbiamo anche detto - e questo è un tema che abbiamo posto al Governo - che le cifre che oggi hanno messo sul tavolo noi le consideriamo ancora non sufficienti.” Si continua a lavorare per colmare le distanze. Dopo la fase del confronto la legge di bilancio dovrà essere presentata al Parlamento entro il 20 ottobre.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.