Green Pass e scuola, governo pensa a estensione a settembre

Dibattito e proteste di piazza, contro il Green Pass obbligatorio, continuano, ma Intanto, il Governo, pensa già di rafforzarlo ulteriormente, estendendolo alla scuola e ai mezzi pubblici, per cercare di salvaguardare la riapertura delle scuole in presenza. Il Ministro Bianchi, ha incontrato il Presidente del Consiglio e vedrà, nelle prossime ore, i sindacati e mentre si continua a discutere sul possibile obbligo vaccinale per il personale scolastico, ad oggi, ancora in 220mila, non sono immunizzati e l'obiettivo primario, è ridurre sensibilmente questo numero. Riguardo agli studenti, il Commissario Straordinario Figliuolo, fa sapere che si mira ad arrivare intorno al 60% di ragazzi vaccinati entro metà settembre. Anche il Ministro Lamorgese rilancia la linea del Governo sui vaccini: "Noi ovviamente ci siamo vaccinati tutti, perché vaccinazione vuol dire essere sicuri per se stessi, dare sicurezza agli altri e la vera libertà è questa, non è la libertà di non vaccinarsi". E sulle manifestazioni non autorizzate, che si sono viste in questi giorni contro il Green Pass, avverte: è stata una circostanza particolare, ma nel futuro porremo una diversa attenzione a iniziative illegali come queste. Nel frattempo, per contrastare frodi e falsi, Palazzo Chigi rilancia l'applicazione gratuita "VerificaC19", creata ad hoc, per verificare l'autenticità del certificato, su cui, comunque, le forze politiche continuano a discutere. "Il Green Pass è uno strumento importante che va calibrato in base ai dati sanitari. Sta evitando nuove chiusure. Capiamo i timori, ma la politica non deve speculare sulla paura delle persone". "Da una parte è sbagliato renderlo obbligatorio per bar e ristoranti, mettendo in difficoltà le famiglie, dove potrebbero esserci genitori vaccinati e figli minori non vaccinati, dall'altra è sbagliato non dare la possibilità a chi vuole riaprire, come le discoteche, di poterlo adottare". Forte polemica ancora sulle parole contro Draghi, pronunciate, tra gli applausi, dal giornalista Travaglio, alla festa di Articolo 1, partito del Ministro Speranza, che ha dovuto dissociarsi, ma quale, sono piovute le critiche, non solo della Lega e del Centro-Destra, ma anche di Italia Viva.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast