Green pass, decreto su obbligo per tutti i lavoratori. VIDEO

15 set 2021

Il certificato verde diventerà obbligatorio per tutti i lavoratori del pubblico impiego del settore privato. La decisione politica del Governo è stata comunicata ai sindacati a Palazzo Chigi, ma per i rappresentanti di CGIL CISL e UIL non è stato possibile vedere il decreto che, nelle prossime ore, verrà approvato dal Consiglio dei Ministri, e il vincolo potrebbe scattare da metà ottobre. In assenza dell'obbligo vaccinale il timore dei confederali e di tutelare i lavoratori che sceglieranno di non immunizzarsi, senza per questo essere discriminati, licenziati o demansionati. Per chi non si adeguerà all'obbligo del certificato verde non ci sarà il licenziamento ma, dopo 5 giorni, ci sarà la sospensione dal lavoro senza stipendio. La richiesta sindacale è che i tamponi, necessari per poter esibire il Green Pass da fare ogni 48 ore, siano gratuiti per i lavoratori perché, incalza il Segretario della UIL, Pierpaolo Bombardieri, per lavorare non si possono pagare 22 euro ogni due giorni. "Intendono rendere invece obbligatorio il Green Pass per tutti i luoghi di lavoro pubblici e privati. E siccome il Green Pass, che non è l'obbligo, prevede per avere il Green Pass anche il tampone, noi abbiamo ribadito che le persone non devono pagare per lavorare. Visto che stiamo parlando del Green Pass per lavorare, non stiamo parlando del Green Pass per andare al ristorante, per andare al cinema, per andare a teatro, per andare allo stadio su cui non stiamo chiedendo che ci sia la gratuità del tampone. Stiamo dicendo che chi lavora non deve essere messo nella condizione di dover pagare". Ma sulle richieste di rendere i test gratuiti fino a fine emergenza i sindacati si sono sentiti rispondere picche. Il Consiglio dei Ministri verrà preceduto da una cabina di regia e da una riunione con i Governatori. Durante l'incontro con CGIL CISL e UIL anche il Ministro leghista Giancarlo Giorgetti, sembrava in perfetta sintonia con i Ministri Roberto Speranza e Andrea Orlando. Ma il Leader del Carroccio, Matteo Salvini, morde il freno: no all'obbligo per tutti, dice. Per gli alleati rivali del PD il Green Pass è uno strumento di libertà. "Il Partito Democratico è favorevole all'estensione del Green Pass. Il Green Pass significa essenzialmente sicurezza, libertà per tutti noi, possibilità di tornare a scuola, mantenere le nostre scuole e università aperte, i luoghi del lavoro aperti, insomma, non tornare a richiudere".

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast