Grillo elenca successi di Virginia Raggi, ma il Pd attacca

06 feb 2017

Una falsa partenza, un pronto rilancio per una fase nuova. Prima Virginia Raggi in un’intervista e poi Beppe Grillo sul suo blog difendono l’operato, l’onestà, l’orgoglio pentastellato e capitolino. La bufera sul caso delle polizze ha creato non pochi dissapori interni e soprattutto ha aperto un varco per gli attacchi delle opposizioni in Campidoglio, ma anche su scala nazionale. E se Luigi Di Maio, pronto a un tour dal sapore di campagna elettorale, dice no alle intimidazioni e parla appunto di momento di orgoglio per il Movimento, è proprio su questo che si concentra il leader 5 Stelle: due i post in due giorni a totale difesa della Sindaca di Roma che – scrive Grillo – vanta già, numeri alla mano, non pochi successi, ben 43 elencati, dai 430 milioni stanziati per il trasporto pubblico locale ai 10 milioni individuati per i fondi che verranno distribuiti ai municipi per interventi su strade e viabilità e ancora al servizio di raccolta a domicilio di rifiuti ingombranti partito il 1° dicembre. Successi che partono dall’Amministrazione di una città trovata in uno stato di devastazione. Questa è l’accusa pentastellata. Insomma, Movimento che fa quadrato intorno alla Raggi. “Dopo gli attacchi di stampa e quelli politici, il Movimento 5 Stelle resta compatto. Il nostro obiettivo è cambiare questo Paese e lo facciamo anche partendo da Roma”. Tacciono le voci critiche interne, non le opposizioni, a partire dal PD che accusa, ancora una volta, i 5 Stelle di doppiopesismo. “In tutto questo colpisce che Grillo, invece di dare risposte ai romani e agli italiani, intimidisca i giornali e la stampa colpevoli solo di riportare le notizie e i fatti reali, che tutti, tra l’altro, conoscono”. PD che attacca la Giunta capitolina anche sul fronte amministrativo, vedi voce “stadio di Roma”, anzi hashtag #famostostadio, lanciato da Francesco Totti e dai calciatori della Roma seguendo l’appello della proprietà e del tecnico Spalletti, appello a cui risponde la stessa Raggi invitando Totti al Campidoglio, aprendo al progetto, ma al tempo stesso ricordando le regole da rispettare. Ma è anche Matteo Renzi, in prima persona, che nella sua E-News invita i 5 Stelle a non dire no a tutto. L’ex Premier e Segretario dem avverte: “Così si blocca il futuro, si bloccano gli investimenti”.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast