La vita, l'incidente e la scelta di Dj Fabo

24 set 2019

Sono sempre stato un ragazzo molto vivace, un po' ribelle. Nella vita ho fatto di tutto, ma la mia passione più grande è sempre stata la musica. Cosi divento Dj Fabo. Si raccontava Fabiano Antoniani nel messaggio che aveva lanciato al Presidente Mattarella perché intervenisse sul fine vita. Lui, rimasto tetraplegico e cieco in seguito a un incidente stradale, scelse di morire con il suicidio assistito in una clinica svizzera il 27 Febbraio del 2017. Aveva da pochi giorni compiuto 40 anni. Grande la sua passione per la musica fin da piccolo; aveva iniziato a suonare la chitarra a sette anni, una passione che diventa lavoro, tanto da lasciare il posto fisso a Milano per girare il mondo come Dj. Folgorato dall'India, si era trasferito lì, dove trascorreva otto mesi l'anno, insieme con la fidanzata, Valeria, ma nel 2014, dopo una serata in un locale di Milano, la città in cui era nato, la sua vita cambia in maniera drammatica e definitiva. Ha un grave incidente d'auto, ne esce vivo, ma cieco e totalmente paralizzato. Anni di cure e terapie non servono a nulla. Sono un cervello attaccato a un corpo che non obbedisce e che non vede più nulla intorno a lui, diceva. Nemmeno la musica, che tanto amava, riusciva a essergli più d'aiuto. La musica era felicità, spiegava. Ora, quando la sento, mi viene addosso una grande, insopportabile, tristezza. Era la vita e questa non lo è. Dj Fabo ormai dentro di sé ha soltanto sofferenza, disperazione, e per questo decide di chiudere, di mettere un punto a quella che non riesce a considerare vita. In Italia però non può scegliere di morire, e allora va in Svizzera. Lì, dopo una visita psicologica, servita a confermare la sua determinazione, con le sue stesse labbra morde un pulsante e senza aiuti esterni immette nel suo corpo il farmaco che lo addormenta e che in una ventina di minuti lo uccide. Dj Fabo smette di respirare e se ne va, esattamente come voleva.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.